Il Mondo Del CBD - LOVE CANAPA

Vai ai contenuti

LOVE CANAPA CBD & BEAUTY

LOVE CANAPA
Pubblicato da · 5 Aprile 2020
L'uso del CBD (come olio, crema e così via) sta crescendo e sono lontani i tempi in cui era considerato un ingrediente new-age, che si trovava sottobanco nei negozi salutisti alternativi. Dai sieri di bellezza al CBD, alle candele alla cannabis (vedi Malin+Goetz), l'industria della bellezza ha abbracciato il CBD.
"Le ricerche della parola CBD sono ora quattro volte superiori a quelle del THC, secondo Google Trends", osserva Victoria Buchanan, analista senior dell'agenzia di ricerche strategiche The Future Laboratory. Queste sono le statistiche che stanno guidando il trend del CBD nella cosmesi. "Con la crescita della popolarità di cannabidiolo e olio di canapa come ingredienti nella skincare e nei trattamenti benessere, i brand stanno adottando un'estetica più sofisticata e specifica che si adatta meglio al mercato del lusso" afferma Buchanan.
Quindi, cos'è esattamente il CBD? Che benefici promette per la salute? E, c'è una base scientifica dietro al suo uso? Le scoperte di Vogue.
Cos'è il CBD?
Noto anche come cannabidiolo, il CBD è uno dei 100 composti chimici naturali che si trovano nella pianta della cannabis sativa. Il punto chiave del CBD è il fatto che non sia psicoattivo, diversamente dal composto della pianta più comunemente cercato, il THC (tetraidrocannabinolo), responsabile dell'effetto "euforico", o "fatto", associato all'uso della cannabis.
Quali sono gli effetti del CBD?
Fisiologicamente, il CBD è un adattogeno, regolatore e modulatore. In altre parole, si adatta alle situazioni a seconda dei casi. Ha proprietà antinfiammatorie, si dice che promuova l'equilibrio, abbassi la pressione del sangue ed è considerato un composto terapeutico multi-target. Piuttosto che una sostanza attiva analgesica che agisce su dolori specifici, il CBD è un tuttofare - soprannominato in ambiente medico il "boy-scout".
Il CBD può migliorare il tuo umore?
In teoria, sì. Il CBD opera legandosi ai recettori che controllano emozioni, memoria e coordinazione (recettori CB1) nel cervello e nel sistema nervoso, e in più ai recettori dei sistemi immunitario e digestivo (recettori CB2). Questa complessa rete di recettori cannabinoidi è conosciuta come sistema endocannabinoide (ECS), che si trova sia negli uomini, sia negli animali. Le conoscenze scientifiche attuali riconoscono che il CBD supporta il funzionamento di questi sistemi nel corpo - è quindi uno stabilizzatore dell'umore, quando ce n'è bisogno.
Cosa dicono gli esperti sul CBD?
Anche se il CBD sta creando fermento nell'industria cosmetica, in termini clinici, la scienza è ancora in piena discussione. "Le affermazioni degli effetti terapeutici del CBD sono diffuse e usate quasi indiscriminatamente: dall'essere pubblicizzato come neuro protettore antiossidante dalle proprietà profilattiche, ad essere un aiuto contro l'ansia e utile ad alleviare i sintomi dell'ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione Iperattività), dell'epilessia e dei dolori cronici", dichiara il Dottor Michalis Kyratsous, psichiatra primario alla South London and Maudsley NHS Foundation Trust. "La maggior parte di questi utilizzi non sono supportati da solidi dati clinici. Ci sono molte prove scientifiche e precliniche dei benefici del CBD, ma questo non giustifica le affermazioni pubblicitarie, se mai fossero verificate."
Quindi i benefici del CBD sono ancora più che altro un passaparola. LA FDA (Food and Drugs Amministration) ha addirittura emanato lettere di avvertimento ad aziende che hanno diffuso informazioni sugli effetti salutari del CBD considerate "oltre il limite", ad eccezione di quelle sull'epilessia. Nel giugno 2018, la FDA americana ha approvato l'Epidiolex dopo che test clinici hanno rilevato che riduceva le crisi nei bambini con due rare e severe forme di epilessia.
"È provato anche che il CBD può essere una cura efficace per varie altre condizioni mediche", ha riportato l'Organizzazione mondiale della sanità l'anno scorso. "Ciononostante, queste ricerche sono molto meno avanzate di quelle per la cura dell'epilessia. Per molte indicazioni terapeutiche, abbiamo solo prove precliniche, mentre per altre esiste una combinazione di prove precliniche e cliniche, anche se limitate." L'OMS ha confermato che la gamma di condizioni per cui il CBD è stato indicato è "varia, coerente con le sue proprietà neuro protettive, antiepilettiche, anti ipossia-ischemia, ansiolitiche, antipsicotiche, analgesiche, antinfiammatorie, anti asmatiche e antitumorali."
Molti marchi di CBD sono in attesa dei necessari studi che supportino le loro convinzioni. "È chiaro che non ci sono abbastanza studi perché sia provato clinicamente, o perché si possa dire con certezza, che questi prodotti siano una cura", dichiara Irin Maini, co-fondatrice di Somnio CBD un marchio che traccia tutti i suoi prodotti, dai semi agli scaffali. "Ciononostante, basta vedere le testimonianze degli stessi consumatori. Se ne possono trovare migliaia online, nei negozi salute e benessere e localmente, tra amici e famigliari, di come [il CBD] sia stato d'aiuto insieme a una varietà di altri alimenti comuni."
Quali sono i benefici della skincare a base di CBD e come funziona?
"La nostra pelle, che è uno dei nostri organi più estesi, produce e rilascia costantemente endocannabinoidi, a seconda dello stato di salute e del bisogno del momento", afferma Floriane von der Forst, di base a Berlino e co-fondatrice di The Chillery - un sito che ha lanciato nel marzo 2019 con la losangelina Marisa Schwab, specializzato in prodotti benessere al CBD di qualità. "I recettori endocannabinoidi (CB1 e CB2, vedi sopra) sono presenti praticamente in tutte le cellule della pelle. Il CBD ha proprietà antinfiammatorie ed è stato classificato come un potente antiossidante che aiuta a diminuire le tossine che accumuliamo sulla superficie della pelle, specialmente a causa di fattori esterni come l'aria urbana o i raggi UV", spiega von der Forst. Quindi, i cosmetici topici - creme, maschere, oli e lozioni - interagiscono direttamente con questi recettori endocannabinoidi, aiutando a equilibrare problemi come eczema e acne, o a lenire le infiammazioni della cute. "In combinazione con altri ingredienti efficaci di derivazione naturale, il risultato risulta potenziato", aggiunge von der Forst.
David Tyrrel, analista di bellezza e cosmetica globale a Mintel, prevede che il CBD diventerà un prodotto best-seller nei prossimi anni in Nord America. "La legalizzazione della canapa negli Stati Uniti produrrà un'ondata di marchi indipendenti online [es. il rivenditore di CBD, Standard Dose] mentre i consumatori chiederanno una maggior trasparenza sugli ingredienti", afferma.
Legalità del CBD
Molti stati americani (inclusi California, Nevada e Oregon), Canada e Uruguay: la cannabis è legale per uso ricreativo.
Leggi europee (che si sommano alle leggi interne degli stati membri): i prodotti a base di CBD non possono contenere più dello 0,2 per cento di THC.
Regno Unito: il CBD e gli estratti della canapa sono legali ma soggetti a regolamentazione. La cannabis è illegale.
Olanda: l'uso e il possesso di cannabis e CBD è illegale ma tollerato nei negozi specializzati.
Medio Oriente: la cannabis e tutti i suoi derivati sono illegali.
Sudafrica: il CBD è legale, la cannabis è legale per uso privato. Sia lo Zimbabwe che il Lesotho hanno legalizzato la cannabis per uso medico.
Giappone: il CBD è stato legalizzato nel 2016. La cannabis è illegale.
Corea del Sud: il CBD e la cannabis sono stati legalizzati per uso medico nel novembre 2018.
Tailandia: il CBD e la cannabis sono stati legalizzati per uso medico nel dicembre 2018.
Uno dei primi prodotti al CBD a finire sul radar del mainstream. Si tratta più di un cenno olfattivo che di un elisir di salute, ma Malin & Goetz sono stati certamente dei pionieri in questo campo.



Tutti i Diritti Riservati Love Canapa
è un Marchio Registrato
LOVE CANAPA SRL
VIA SPASARI
88100 CATANZARO
info@lovecanapa.it

Torna ai contenuti